Negli anni ’90 i giovani di Sanremo saltavano i fossi per la lunga

La settimana prossima inizia Sanremo. Da quando ho saputo del ritorno di Grignani la mia cronologia di Youtube è invasa dalle scenografie anni ’90, quando non aspettavo altro che ascoltare i brani in gara per decidere quali album andare a comprare al Rock Dream di Novellara, ai tempi il negozio di musica che frequentavo quasi più della scuola (magari).

Il numero di artisti che in quegli anni abbiamo conosciuto come “Nuove proposte” (e in particolare tra il 1993 e il 1999) è esagerato. Molti di loro presentandosi allora con canzoni che oggi vincerebbero a mani basse. Che ne dite di un breve viaggio-nostalgia?

Se volete accedere direttamente alle playlist Spotify o YouTube scrollate alla fine del post.

Poca roba ad inizio decennio se non fosse per Marco Masini (25 anni, vincitore nel 1990 con “Disperato”) o la “Non amarmi” di Baldi-Alotta (vincitori nel ’92) che la mia generazione conosce ancora a memoria, vero? Vero che non sono solo io!? E che dire dei Timoria di un Renga 22enne che nel 1991 si presentano con “L’uomo che ride”?

Il 1993 è l’anno di Laura Pausini (20 anni) che vince con “La solitudine” (terza l’anno successivo tra i big con “Strani amori”), ma è anche l’anno che vede l’esordio di Nek (21, terzo con “In te”, tornerà nel 1997 con “Laura non c’è”).

Nel 1994 vince Andrea Bocelli (35) con “Il mare calmo della sera” ma che dire di Irene Grandi (24, quarta con “Fuori”, di cui non trovo video) e di Giorgia (22, al settimo posto con “E poi” ma vincitrice l’anno successivo tra i big con “Come saprei”)?

Il 1995 vincono i Neri per Caso ma per quanto mi riguarda è l’anno di Massimo Di Cataldo (24 anni, secondo, sesto l’anno successivo tra i big con “Se adesso te ne vai”), Gianluca Grignani (22, sesto) e Daniele Silvestri (26, decido con “L’uomo col megafono”).

Il 1996 vince la 18enne Syria con “Non ci sto” (terza tra i big l’anno successivo) ma è anche l’anno di Carmen Consoli (21, ottava con “L’amore di plastica). Ah, è pure l’anno dei Jalisse che l’anno dopo vinceranno con “Fiumi di parole”. Vabbè.

Il 1997 vincono tra i giovani Paola e Chiara (23) ma è anche l’anno dello sfortunato Alex Baroni (30, cantò “Cambiare”) nonchè di Niccolò Fabi (28, chi non ricorda “Capelli”).

Il 1998 è un po’ meh. É l’anno in cui Annalisa Minetti e Lisa (entrambe 21enni) si classificano ai primi due posti delle Nuove Proposte per poi finire prima e terza nella classifica generale. Io quell’anno comprai il disco degli Eramo e Passavanti 🙂

Il decennio si chiude nel 1999 con la vittoria dell’allora 30enne Alex Britti con “Oggi sono io”, ma è anche l’anno in cui si presentano al grande pubblico Daniele Groff (25, quinto con “Adesso”) e Max Gazzè (31, ottavo con “La musica può fare”).

Questo per dire che da quando sono cambiati i palcoscenici per arrivare al grande pubblico il successo qualcosa si è rotto. Oppure, più semplicemente, per rivendicare la bellezza degli anni ’90 e mascherare la nostalgia degli anni dello scooter e della Play con gli amici.

Le canzoni menzionate sopra le trovate raccolte su Spotify e YouTube (nel caso siate nostalgici non solo delle canzoni ma anche dell’abbigliamento tipico di quegli anni) linkate qui sotto. Se non le trovate tutte tutte è perchè mi sono concesso qualche licenza nella scaletta.


Leave a Reply

Your email address will not be published.